Miniere di Bauxite e Bocca della Selva

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso

Miniere di Bauxite e Bocca della Selva

Messaggio  Admin il Mer Set 14, 2011 11:19 am

"Miniere di Bauxite e Bocca della Selva", Settembre 2011
http://www.flickr.com/photos/67172898@N04/sets/72157627543430545/show/
organizzato da Pino Ciaburri del CAI di Piedimonte Matese



MINIERE di BAUXITE di Cusano Mutri (BN)
Nel territorio di Cusano Mutri, dagli anni ‘20 fino agli anni ‘60 del secolo scorso, erano presenti 13 cave, o miniere, di varie dimensioni, per l’estrazione della roccia sedimentaria di Bauxite.

Tali gallerie minerarie si trovano nella parte orientale del massiccio del Matese, alle falde dei monti Mutria, Pesco Lombardo e monte Erbano, dove vi era la massima concentrazione di affioramenti bauxitici, tra i 700-1200metri di altitudine.

Questi cunicoli esplorativi vennero gestiti dalla Società Monte Mutri e successivamente dalla Società Montecatini.

Ad oggi ne sono visitabili 2 di queste miniere, la più nota è quella della loc.Regina Piana, l’altra è nella loc.Fosso Calvaruso.
Le restanti 11 miniere, di dimensioni più ridotte, vengono denominate ipogei.

La bauxite delle miniere di Cusano veniva stoccata, o suddivisa, negli appositi grossi scompartimenti di cemento, cosidetti tramogge, per la selezione delle diverse qualità del minerale stesso.
--foto delle tramogge (grosse vasche murate) per lo stoccaggio delle pietre di bauxite
http://turismo.comunecusanomutri.it/MINIERE_di_Cusano/miniere_cusano_000023.htm

Dopo di che il materiale, selezionato per qualità, veniva caricato su un grosso vagone, detta teleferica, che era capace di trasportare fino a 30 tonnellate di materiale grezzo all’ora.

La teleferica, che era ubicata a quota 1027m, veniva trainata mediante la fune d’acciaio fino alla sottostante strada rotabile di Cusano Mutri, dopo un percorso di 3370m ed un dislivello di 650m.

Il materiale veniva caricato poi sui camion per trasportarlo alla stazione ferroviaria di Telese Terme, dove da qui partivano i treni carichi di materiale per raggiungere lo scalo di Napoli.

Prima della definitiva chiusura delle miniere, attorno al 1961, fu individuata un ultima area dove si poteva estrarre ulteriori 620mila tonnellate di Bauxite, quella di Bocca della Selva, ma non fu mai attuato il nuovo giacimento da scavare perché nell’area fu realizzato un villaggio turistico.

La lunghezza di tutte le 13 miniere era arrivata, alla fine degli ultimi scavi degli anni 60, ad almeno 2600m ca e furono lasciate sul luogo alcune attrezzature quali rotaie, carrelli trasportatori, martelli perforatori, bulloni e anche due candelotti inesplosi nella miniera di Fontana Tasso.

Oggi le miniere di Cusano Mutri rappresentano un importante sito archeologico industriale che potrebbero essere adeguatamente recuperati e rivalutati, realizzando percorsi didattici e una struttura museale che raccolga documenti storici e attrezzi da lavoro di quell’epoca.

Elenco località dei siti minerari in territorio di Cusano Mutri:
loc.Regina Piana
http://foto.comunecusanomutri.it/Miniera_Bauxite_Foto_serie_01/index.html
loc.Fosso Calvaruso
http://turismo.comunecusanomutri.it/MINIERA_FOSSO_CALVARUSIO/Index.htm (clik indice foto)
loc.Fucina
loc.Pecorareccia
loc.Fontana Tasso

In passato altri siti minerari di bauxite in Italia vi erano in Abruzzo, in Puglia e in Sardegna.

Gall.foto delle miniere di Cusano Mutri (BN)
http://turismo.comunecusanomutri.it/MINIERE_di_Cusano/miniere_cusano_000007.htm
(per veder gall.foto clicchi sui numeri sottolineati, elencati in verticale a sx, dalla pagina 07 alla pagina 41)



LA BAUXITE
è un materiale roccioso, dal colore generalmente rosso, con macchie giallastre o bianche, a seconda della percentuale di elementi che la compongono.

Il termine bauxite prende il nome da un paese nel sud della Francia: Les Baux de Provence, nei pressi del quale furono aperte le prime miniere al mondo, appunto di bauxite, nel 1822.

Tra i più importanti giacimenti bauxitici nel mondo sono presenti in Giamaica, Indonesia, Francia, Dalmazia etc
Mentre in Italia i più importanti si trovano nelle Murge pugliese, sul Matese beneventano e ad Aquila abruzzese.

Dalla roccia grezza di bauxite, attraverso processi industriali, si ricava l’alluminio che da sola non è presente in natura, si trova sempre combinato con altri elementi, e non allo stato puro.

Infatti la bauxite, che costituisce la principale fonte mondiale per la produzione di alluminio, è composta prevalentemente di ossido di alluminio, ossido di ferro, ossido di silice e ossido di titanio.

Per essere un buon materiale grezzo per la produzione di alluminio, deve contenere almeno un 52% di ossido di alluminio ed una percentuale di silice, ferro e titanio non superiore al 5%.

La bauxite viene utilizzata anche per la preparazione dei colori, delle sostanze abrasive, di cementi alluminosi se mescolata con calcare, mattoni refrattari per forni, stufe e focolai, fabbricazione di matite.

In passato fu utilizzata anche come astringente per la cura della pelle.



L’ALLUMINIO
È ottenuto dalla scissione della bauxite ed è tra gli elementi metallici più abbondante sulla Terra e costituisce circa 8,5% della crosta terrestre.

Dall’aspetto grigio-argenteo è, per l’alta conduttività termica, per leggerezza e per l’elevata resistenza agli sforzi, il metallo molto usato dovuto dal leggero strato di ossidazione che si forma rapidamente quando è esposto all’aria.

Inoltre, per la sua ottima lavorabilità e resistenza alla corrosione non arruginisce e, al fatto di essere riciclabile, rendono l’alluminio un metallo versatile ed ampiamente utilizzato, unico nel suo genere.

L’alluminio viene usato in molte industrie per la fabbricazione di milioni di componenti diversi, ed è molto importante per l'economia mondiale.
Componenti fatti in alluminio sono vitali per l'industria aerospaziale e in settori dei trasporti come l’auto, navi, bici, moto, aerei, treni, metropolitane e delle costruzioni in generale nei quali leggerezza, durata e resistenza sono necessarie.

In passato l’alluminio era considerato un metallo prezioso, con un valore superiore a quello dell’oro.
Era definito un metallo di lusso e costoso, che fu usato solo per gioielli e posateria.



Admin
Admin

Messaggi : 193
Data d'iscrizione : 01.02.08

http://forumdeiciclisti.forumattivo.com

Tornare in alto Andare in basso

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum